Seguici su

Vai menu di sezione

Qualche informazione

In questa sezione si possono trovare tutte le informazioni riguardo i Patti di Collaborazione per i Beni Comuni. Il video che segue è a cura di Labsus

I BENI COMUNI URBANI

COSA SONO I BENI COMUNI URBANI?

Sono beni materiali o immateriali che i cittadini e l’Amministrazione ritengono importanti per il benessere individuale e collettivo, la coesione sociale, gli interessi per le generazioni future e per l’attuazione di politiche di Welfare Generativo e di comunità.

CHI PUÒ PROPORRE FORME DI COLLABORAZIONE?

I cittadini singoli o associati, o i gruppi di natura informale, che desiderino offrire, volontariamente e gratuitamente, le competenze e le risorse a beneficio della comunità.

LE FORME DI COLLABORAZIONE

Il Comune e i cittadini si alleano per condividere la responsabilità dei beni comuni della città, formulando proposte o aderendo a quelle suggerite dall'Amministrazione.

IL PATTO DI COLLABORAZIONE

È lo strumento con cui Comune e Associazioni/cittadini attivi concordano tutto ciò che è necessario ai fini della realizzazione della proposta. Il Patto definisce:

- Gli obiettivi che la collaborazione persegue e le azioni di cura condivise;

- La durata della collaborazione e le modalità di azioni.

COME SI PROPONE UNA COLLABORAZIONE

Tramite l'apposito modulo scaricabile

COSA DICE LA COSTITUZIONE

Costituzione della Repubblica Italiana, Art.118, IV comma:

"Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà."

Questo comma tratta il principio di sussidiarietà orizzontale: esso consente ai privati di svolgere attività legate alla funzione amministrativa. Tale funzione rimane nella titolarità degli enti pubblici ma questi sono chiamati a favorire l’autonoma iniziativa dei cittadini singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, lasciando ad essa ampi margini di manovra.

Perché la nostra Costituzione ha questo articolo?

  1. Perché dietro ogni bene comune c'è una comunità che, prendendosene cura, si identifica con quel bene.
  2. Perché il legame tra comunità e beni comuni costruisce, rafforza e alimenta i legami sociali.
  3. Perché individuare i beni comuni significa riconoscerli. Il criterio per il loro riconoscimento è dato dal loro essere funzionali al pieno sviluppo della persona e della comunità.
  4. Perché prendersi cura dei beni comuni avvia la creazione di una relazione in cui si condividono responsabilità e risorse per raggiungere un obiettivo comune.

 

Pagina pubblicata Mercoledì, 18 Settembre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto