Seguici su

Vai menu di sezione

UNO SU MILLE CE LA FA

UN TRAGUARDO LUNGO UNA VITA. LINA PAROLINI FESTEGGIA 100 ANNI.

In italia sono circa mille le persone che hanno superato i 105 anni di età, mentre sono oltre 15000 quelle che arrivano all'ambito traguardo dei cent’anni. Nell'attesa di poterla festeggiare per il raggiungimento dei 105 anni, ci accontentiamo di annoverare tra i cittadini Belluschesi una di queste 15000 che hanno superato il secolo di vita. Infatti lo scorso 31 Gennaio ha compiuto i suoi primi 100 anni la signora Lina Parolini.
Belluschese doc, ha vissuto tutta la sua vita in paese. A Bellusco è nata un mese e mezzo dopo la fine della grande guerra. Alla Bloch, la più grande fabbrica del paese dell’epoca, ha lavorato per oltre 40 anni fino a raggiungere la meritata pensione. Sempre a Bellusco si è sposata e ha avuto figli nipoti e pronipoti coi quali vive ancora in famiglia. Una vita vissuta all'insegna della semplicità con un’unica grande passione: Il lavoro a maglia. Infatti ancora oggi Lina passa molto del suo tempo a realizzare delle coperte di lana che poi regala alla Caritas per poter aiutare le persone bisognose. Ed è proprio mentre è intenta a sferruzzare una delle
sue coperte che la incontro insieme alla figlia nella sua casa di piazza Kennedy.
Una donna semplice, ancora perfettamente autosufficiente e di poche parole, che ricorda una Bellusco con poche case e strade e molti campi.

Una vita fatta di poche cose, la casa, il lavoro, i figli e quasi nessuno degli oggetti che oggi noi consideriamo indispensabili. Nei giorni scorsi la sua famiglia e le autorità cittadine le hanno preparato una grande festa in oratorio, prima della sua partenza per un periodo di vacanza al mare. Lei, con i suoi modi gentili e un po’ schivi sorride, ringrazia, e torna, un punto dopo l’altro, ad annodare, coi suoi ferri, un filo di lana lungo come la sua vita.

Testata
Bellusco Informa
Autore
Alfio Nicosia
Pagina
23
Pagina ove continua
23
Pagina pubblicata Sabato, 23 Marzo 2019 - Ultima modifica: Martedì, 09 Aprile 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto