Seguici su

Vai menu di sezione

BELLUSCO-MADONNA DEL BOSCO-BELLUSCO: APPUNTAMENTO CON LA STORIA

DOPO VENTIQUATTRO ANNI, GRAZIE A DUE GIOVANI RUNNER, DOMENICA 28 APIRLE TORNERÀ A RIVIVERE LA STORICA CORSA.

Quando è andata in scena per l’ultima volta erano soltanto dei bambini, ma Matteo Ripamonti ed Andrea Stucchi, runner belluschesi appartenenti all'associazione sportiva Energy Team, hanno deciso, ventiquattro anni dopo, di riportarla in auge. La “Bellusco-Madonna del Bosco-Bellusco”, storica corsa a coppie competitiva svoltasi per la prima volta nel 1977 e per l’ultima nel 1995, tornerà a rivivere domenica 28 aprile, nella sua ventesima edizione. ‹‹ Abbiamo spesso sentito parlare di questa manifestazione - ci racconta Matteo - L’idea di riproporla dopo tanto tempo è nata quasi come una sorta di scherzo alla fine dello scorso anno, ma quando ci siamo resi conto che effettivamente avevamo i mezzi per provarci, ci siamo messi in contatto con l’Amministrazione Comunale, che ha deciso di fornirci il proprio supporto, nella persona dell’assessore Mauro Colombo. Il nostro obiettivo era quello di ricreare un qualcosa che potesse al tempo stesso dare risalto ad un sport come il podismo e rievocare un evento che avesse delle radici storiche ed un fascino particolare.››
La corsa, infatti, che avrà il patrocinio dei Comuni di Bellusco ed Imbersago e della Province di Monza Brianza e Lecco, è stata organizzata all'insegna della continuità col passato: il percorso è pressoché identico a quello di un tempo, si partirà da Via Pascoli e verranno quindi attraversati i comuni di Sulbiate, Aicurzio, Verderio, Robbiate, Paderno ed Imbersago, per un totale di ventisette chilometri, caratterizzati da una lieve variazione nel tragitto di ritorno.

Sul perché, tanti anni fa, si era optato per questo tipo di tracciato, ci sono pareri discordanti: si va da chi sostiene sia stata una scelta in “omaggio” a Don Roberto Terenghi a chi propende per una decisione frutto del caso. Quel che è certo è che coloro che, anni or sono, hanno coordinato la kermesse, il CAI in primis, si sono prodigati per sostenere in prima persona la corsa di oggi, fornendo, ad esempio, medaglie e coppe che verranno riservate ai primi classificati, come in una sorta di passaggio di consegne alle nuove generazioni.

‹‹Anche durante la fase organizzativa abbiamo cercato di coinvolgere le associazioni del territorio - chiosa Andrea - Ricevendo una risposta molto positiva da parte dei commercianti di Bellusco, la stragrande maggioranza dei quali ha deciso con entusiasmo di partecipare all'iniziativa. Basti pensare che il 90% degli sponsor che supporteranno l’evento è rappresentato da attività del paese. In ogni caso, al di là delle spese
logistiche, la nostra volontà è quella di donare in beneficenza la maggior parte possibile del ricavato. Siamo ancora in attesa dell’ufficialità - conclude - Ma abbiamo intenzione, in contemporanea, di proporre anche una corsa di un chilometro riservata ai bambini, che si snoderà tra le vie del paese.››
Sarà quindi un appuntamento da non perdere, per tutti: non resta che attendere domenica 28 aprile, quando, alle ore 8:30, la prima coppia prenderà il via e si sposteranno, così, le lancette del tempo indietro di oltre trent'anni.

Testata
Bellusco Informa
Autore
Luca Bordogna
Pagina
26
Pagina ove continua
26
Pagina pubblicata Sabato, 23 Marzo 2019 - Ultima modifica: Martedì, 09 Aprile 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto