Logo del comune Immagine della sezione corrente

Piazza F.lli Kennedy 1 - 20882 Bellusco (MB) - Tel. +39 039 62 08 31 - Fax +39 039 60 20 148 - PEC comune.bellusco@pec.regione.lombardia.it

RICERCA NEL SITO


Divisore grafico di sezione








  • SEGNALAMI BELLUSCO
  • Logo iniziativa
  • Portale internet che permette al cittadino di segnalare in modo facile al Comune i problemi riscontrati sul territorio. Il portale è utilizzabile con Chrome, Firefox, IE9, Safari.
  •  •  Vai al sito Ocyo (15/11/2012)
  • ATTENZIONE: per i collegamenti a siti esterni si consiglia di visualizzare le informazioni in una nuova finestra.


  • SITO ACCESSIBILE
  • Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica
di accessibilità - Icone XHTML, CSS e WAI-AAA
  • Questo sito è conforme agli standard di accessibilità vigenti.

 »  Ordinanza ASL3 Influenza aviare

ASL PROVINCIA DI MILANO 3

Dipartimenti di prevenzione medica e veterinaria
SERVIZIO DI SANITA’ ANIMALE

ORDINANZA ZONA DI ATTENZIONE
ORDINANZA N. 10 DEL 24/08/2007
SSA mod 026
REV. 00
PAG. 1 DI 3

OGGETTO: ISTITUZIONE DELLA ZONA DI ATTENZIONE PER SOSPETTO FOCOLAIO DI INFLUENZA AVIARE LPAI


IL DIRETTORE GENERALE

VISTA: l’Ordinanza prot. 36/SA/07 del 24/08/07, emessa dal Responsabile del Servizio Sanità Animale del Dipartimento di Prevenzione Veterinaria dell’ASL di Bergamo per sospetto focolaio di Influenza Aviaria (LPAI) presso l’allevamento di volatili ornamentali PEDRALI AUGUSTO, via Trento, FILAGO (BG) – codice azienda 098BG602

VISTO: il T. U. LL. SS. approvato con R.D. 27.7.34, N. 1265;

VISTA: la Legge 23.12.78 n. 833 e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTO: il Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con DPR 8.2.54, n. 320 e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTO: il D.M. 28 settembre 2000 - Misure integrative di lotta contro l'influenza aviaria ;

VISTA: la LR n. 31/97 e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTA: la Legge 8.6.90, n. 142;

VISTO: il D. D. S. n. 9312 del 22/08/2007, “Urgenti misure igienico sanitarie per contenere la diffusione dell’infezione da Influenza Aviaria LPAI negli allevamenti avicoli della Regione Lombardia”;

VISTO: il D.D.S. n°1491 del 19 febbraio 2007, ”Linee guida per la prevenzione ed il controllo dell’influenza aviaria in Lombardia – Revoca del D.D.S. 2565/06 e del D.D.S. 5646/06”;

VISTO: il Decreto Legislativo 9 luglio 2003, n.225 “attuazione della direttiva 2000/75/CE relativa alle misure di lotta e di eradicazione del morbo della lingua blu degli ovini;

VISTA: la Direttiva 2005/94/CE del Consiglio del 20 dicembre 2005, relativa a misure comunitarie di lotta contro l’influenza aviaria e che abroga la direttiva 92/40/CEE;

VISTA: la Decisione 2006/437/CE che approva un manuale diagnostico per l’influenza aviaria secondo quanto previsto dalla direttiva 2005/94/CE del Consiglio;

CONSIDERATA: la necessità di adottare i provvedimenti di Polizia Veterinaria anche con l'identificazione di una zona di attenzione del raggio di 10 Km attorno al focolaio al fine di impedire il diffondersi della malattia;

VISTA: la delega formale per la firma degli atti del Sevizio Veterinario del Direttore Generale ASL MILANO 3 del 17.02.1998;

VISTO: il provvedimento del D.G. n. 983 del 27.12.2001;

VISTA: la deliberazione n. 247 del 12.05.2003 e la deliberazione n. 348 del 30.05.2005 “attribuzione deleghe all’esercizio di funzioni e conseguente sottoscrizione di atti esterni ai Responsabili di Unità Operativa”;

VISTA: la DGR n. VII/19984 del 23.12.2004 relativa alla nomina del Direttore Generale dell’ASL Provincia di Milano 3;

O R D I N A

Art. 1 :
L’istituzione di una zona di attenzione del raggio di 10 Km attorno al focolao comprendente parte o l’intero territorio dei Comuni di : AICURZIO – BASIANO – BELLUSCO - BUSNAGO – CORNATE – GREZZAGO – MASATE - MEZZAGO – ORNAGO - POZZO D’ADDA - RONCELLO – SULBIATE - TREZZANO ROSA – TREZZO SULL’ADDA – VAPRIO D’ADDA –
(cartina allegata alla presente).

Provvedimenti specifici per la Zona di Attenzione

1) divieto di introduzione ed accasamento di tacchini negli allevamenti sia a carattere familiare che intensivo

2) effettuazione dei controlli sierologici e virologici (in ogni singola unità produttiva), di tutti gli allevamenti avicoli registrati in Anagrafe (porre particolare attenzione agli allevamenti all’aperto e rurali a maggior rischio sanitario di cui alla nota Regionale H1.2007.33053 del 11 luglio u.s.) come di seguito indicato, da concludersi tassativamente entro il 10 settembre 2007:
- 10 campioni di sangue;
- negli allevamenti di tacchini anche 10 tamponi tracheali
- negli allevamenti di anatre e oche, o ove queste sono presenti, anche un pool di feci

3) divieto, sino al 3 settembre 2007, di movimentazione in uscita (anche per ripopolamento faunistico) degli animali da vita dalle aziende in cui si trovano. Successivamente la movimentazione di avicoli è comunque subordinata all’esito favorevole degli accertamenti sanitari di cui al punto 2; l’esito favorevole di tali accertamenti deve essere riportato sul Mod. 4 o su una certificazione allegata.
La movimentazione dei pulcini di un giorno è permessa a condizione che rimangano nell’azienda di destino per almeno 21 gg e sotto controllo ufficiale;

4) movimentazione delle uova da cova solamente a condizione che siano inviate direttamente ad un incubatoio identificato dall’autorità sanitaria, previa disinfezione delle uova stesse e dei relativi imballaggi.
L'incubatoio deve garantire la rintracciabilità di tali partite di uova.
I pulcini nati da tali uova possono essere destinati esclusivamente ad un’unità produttiva in cui non siano presenti specie sensibili e che abbia rispettato i periodi di vuoto biologico previsti dalle norme di biosicurezza di cui al D.D.S. n. 1491/2007 e un perido di vuoto sanitario di almeno 7 gg.
I pulcini devono rimanere nell’azienda di destino per almeno 21 gg e sotto controllo ufficiale

5) invio dei volatili alla macellazione solamente a condizione che siano trasportati direttamente ad un impianto di macellazione.
La macellazione in impianti di altre regioni deve essere concordata tra i competenti Servizi Veterinari territoriali.
Il Servizio Veterinario concede l’autorizzazione per il trasporto al macello alle seguenti condizioni:
- nei soli allevamenti di tacchini, ovaiole e riproduttori: esito favorevole dell’ispezione veterinaria ufficiale effettuata nelle 48 ore precedenti il primo carico;
- esito favorevole del prelievo di almeno 10 campioni di sangue (per ciascuna unità produttiva), effettuati nei 5 giorni precedenti il primo carico; inoltre:
negli allevamenti di tacchini da carne, esito favorevole di 10 tamponi tracheali eseguiti nelle 48 ore precedenti il primo carico; i tamponi vanno ripetuti ogni 3 giorni per i carichi successivi;
negli allevamenti di anatre e oche, esito favorevole di 10 tamponi cloacali eseguiti nelle 48 ore precedenti il primo carico; i tamponi vanno ripetuti ogni 3 giorni per i carichi successivi;
completamento dell’attestazione sanitaria di scorta con la seguente indicazione:
“volatili provenienti da allevamento situato nella zona di Attenzione da Influenza Aviaria e sottoposti con esito favorevole agli accertamenti sanitari previsti”;

6) divieto di introduzione ed immissione di selvaggina cacciabile da penna;

7) divieto di effettuazione di fiere, mercati, esposizioni e raduni di volatili;

8) le misure previste nella zona di attenzione sono revocate dalla Autorità Sanitaria Locale e restano in vigore almeno fino all’esito favorevole degli accertamenti sanitari di cui al punto 2.

Art. 2:
Ai trasgressori delle norme previste dalla presente Ordinanza sono applicate le sanzioni disposte dall'articolo 16 del D.Lgs. 9 luglio 2003, n.225.

Art. 3:
La presente Ordinanza, che entra immediatamente in vigore, sarà portata a conoscenza dei proprietari di volatili presenti nella zona di attenzione, trasmessa ai Signori Sindaci ed alle Stazioni Carabinieri territorialmente competenti.

Il DIRETTORE GENERALE
Per delega
IL DIRETTORE del Servizio Sanita’ Animale
(Dr. Sandro Mangiagalli)

Allegati: -n. 1 cartina geografica

 »  UFFICIO DI COMPETENZA: Informazioni (Centralino)


Data ultima modifica: 23/01/2018 - Data di oggi: 21/02/2018