Logo del comune Immagine della sezione corrente

Piazza F.lli Kennedy 1 - 20882 Bellusco (MB) - Tel. +39 039 62 08 31 - Fax +39 039 60 20 148 - PEC comune.bellusco@pec.regione.lombardia.it









RICERCA NEL SITO


Divisore grafico di sezione








  • SEGNALAMI BELLUSCO
  • Logo iniziativa
  • Portale internet che permette al cittadino di segnalare in modo facile al Comune i problemi riscontrati sul territorio. Il portale è utilizzabile con Chrome, Firefox, IE9, Safari.
  •  •  Vai al sito Ocyo (15/11/2012)
  • ATTENZIONE: per i collegamenti a siti esterni si consiglia di visualizzare le informazioni in una nuova finestra.


  • SITO ACCESSIBILE
  • Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica
di accessibilità - Icone XHTML, CSS e WAI-AAA
  • Questo sito è conforme agli standard di accessibilità vigenti.

 »  Servizi sociali di base

I Servizi sociali del Comune di Bellusco si trovano al piano terra dell'edificio e si rivolgono a cittadini italiani e stranieri residenti a Bellusco, ivi temporaneamente dimoranti o senza fissa dimora, che necessitano di informazione e orientamento sui servizi e le risorse esistenti o di interventi assistenziali diretti. In particolare si rivolgono a:
disabili
anziani
minori
famiglie in difficoltà
stranieri
adulti con altre forme di disagio.

Obiettivi e attività
Il Servizio persegue come finalità principale quella di garantire il rispetto della dignità personale e i diritti fondamentali dei cittadini attraverso attività quali:
sostenere il cittadino nella scelta del percorso più idoneo per rispondere alla sua particolare situazione di bisogno;
facilitare l'accesso alla rete dei servizi socio-assistenziali, comunali o di altri enti;
istruire le domande di assistenza, accertando attraverso la compilazione di idonei moduli, colloqui individuali e visite domiciliari, lo stato di reale necessità, garantire i mezzi economici per il soddisfacimento dei bisogni primari e di cura della persona.

Per accedere al Servizio Sociale ci si può recare di persona presso gli uffici nei giorni e negli orari di apertura al pubblico. E' tuttavia consigliabile telefonare preventivamente per prendere appuntamento con gli operatori professionali che lavorano presso il servizio (si veda all’inizio per i numeri di telefono) eventualmente anche durante orari diversi da quelli indicati.

I servizi offerti si articolano dunque nel modo seguente:

Segretariato sociale
Consiste nel fornire informazioni e consigli al cittadino sulle risorse e le opportunità socio-assistenziali e socio-sanitarie presenti sul territorio che permettano di rispondere in maniera adeguata alla richiesta di intervento, aiuto o sostegno.
L'Assistente sociale può inoltre prevedere e seguire, ove non esistano alternative sul territorio, il ricovero in strutture residenziali per quei soggetti cui manca un adeguato sostegno da parte dei nucleo familiare.

Sostegno a minori inseriti in nuclei familiari in difficoltà
Il Comune presta particolare attenzione alle problematiche relative ai minori residenti a Bellusco. Per mezzo dell'equipe socio-educativa (Assistente Sociale ed Educatrice Professionale), definisce progetti individualizzati a sostegno dei minori e delle loro famiglie. In base allo stato di necessità, a segnalazioni da parte degli psicopedagogisti operanti nelle scuole, degli insegnanti, e alle eventuali richieste dei Tribunale per i minorenni attua interventi diversificati quali: affido familiare, inserimenti in comunità, assistenza domiciliare educativa, inserimenti in gruppi e associazioni del territorio, sostegno scolastico ed extrascolastico, interventi economici finalizzati a progetti specifici.
Assiste inoltre i minori nei rapporti con il Tribunale per i minorenni e con l’Autorità Giudiziaria Minorile per i relativi provvedimenti civili, penali o amministrativi.

Borse lavoro per minori
Per i minori seguiti dai servizi sociali esiste la possibilità di intraprendere una "Borsa Lavoro" gestita direttamente dagli operatori dei Comune con risorse proprie, messa a disposizione per facilitare l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.
Nell'ambito di Offertasociale, azienda speciale consortile territoriale fra i Comuni del Vimercatese e Trezzese, esiste la possibilità, previa presentazione della situazione da parte dell'Assistente Sociale, di aderire al Progetto “Percorsi di crescita” iniziativa finalizzata all'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.
Il corso è strutturato in due parti, una teorica e una pratica e prevede un periodo di tirocinio in azienda che può anche portare all'assunzione.

Assistenza economica
Si esplica in interventi di sostegno in favore di cittadini o nuclei familiari che versano in stato di grave indigenza o temporanea difficoltà economica senza la possibilità di chiedere aiuto a parenti perché inesistenti, o con obbligati agli alimenti in base all'art. 433 del Codice Civile che certifichino la loro impossibilità ad intervenire.
In tali casi il Comune provvede a garantire i mezzi necessari al soddisfacimento dei bisogni fondamentali della vita attraverso contributi economici al "Minimo vitale" o interventi economici straordinari per tamponare situazioni di grave necessità. La richiesta di assistenza, correlata da idonea documentazione comprovante lo stato di indigenza deve essere presentata all'ufficio Servizi Sociali. L'Assistente Sociale tramite colloqui con la persona interessata valuterà la situazione economica dei nucleo familiare e proporrà o meno alla Giunta Comunale la richiesta di contributo.
Per accedere all'assistenza economica occorre inoltrare domanda scritta corredata da:
- documentazione accertante il patrimonio familiare;
- documentazione delle spese di affitto e/o interessi passivi su eventuali mutui;
- documentazione su altre eventuali rilevanti spese sostenute.
I documenti prodotti potranno essere eventualmente integrati da accertamenti d'ufficio.

Fondo di sostegno per l'affitto
Sono previsti contributi regionali a fondo perso alle famiglie che risultano pagare un canone d'affitto eccessivo rispetto a quello "sopportabile", calcolato in base al livello di ricchezza del nucleo familiare. L'entità del contributo è rapportata alle reali condizioni sociali ed economico - finanziarie della famiglia. Attraverso un’ autocertificazione vengono infatti valutati diversi elementi: reddito (che deve essere nei limiti stabiliti dalla Regione), patrimonio mobiliare e immobiliare, anche la composizione del nucleo risulta avere un peso differente a seconda che all'interno della famiglia ci siano situazioni di particolare svantaggio (soggetti invalidi, portatori di handicap psicofisico permanente, entrambi i genitori che lavorano, presenza di un solo genitore con figli minori a carico ...).
Le domande possono essere presentate ogni anno presso i CAAF di zona. Le domande vengono poi inoltrate al Comune che eroga il contributo sulla base di quanto stabilito dalla Regione Lombardia.

Servizio di Trasporto alle Terme
E' possibile usufruire del servizio di trasporto per coloro che necessitano di cure, presso le Terme di Trescore Balneario.
Questo servizio è organizzato con i Comuni limitrofi nel mese di Maggio e viene offerto se si raggiunge un numero minimo per la formazione di un pullman.

Servizio di Mediazione Familiare
Uno spazio per genitori alle prese con al separazione.
Preleva la documentazione più in basso in questa pagina.

ASSEGNO DI MATERNITA’
E’ stato istituito dall’art. 66 della legge 448/98 e spetta per ogni figlio nato a donne italiane, comunitarie o straniere in possesso di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, che presentino domanda entro 6 mesi dalla data del parto. L’assegno sarà corrisposto dall’INPS in un’unica soluzione alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità (indennità di maternità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro pubblici o privati), o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all’entità dell’assegno (che in questo caso spetta per la quota differenziale).
La richiedente, unitamente alla domanda, deve presentare la dichiarazione sostitutiva (prevista dall’art. 4, comma 1 del D.Lgs 109/98) delle condizioni economiche del nucleo familiare (dichiarazione ISEE), al fine di stabilire l’esistenza dei requisiti economici.

ASSEGNO PER NUCLEI FAMILIARI CON ALMENO TRE FIGLI MINORI
E’ un intervento di sostegno alle famiglie numerose istituito dall’art. 65 della legge 448/98 per i nuclei familiari che hanno almeno tre figli minori e dispongono di limitate risorse economiche. Possono presentare domanda - entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale si richiede la prestazione - i cittadini italiani. Unitamente alla domanda è necessario presentare la dichiarazione sostitutiva (prevista dall’art. 4 comma 1 del D.Lgs 109/98) delle condizioni economiche del nucleo familiare (dichiarazione ISEE), al fine di stabilire l’esistenza dei requisiti economici. L’assegno sarà corrisposto dall’INPS con cadenza semestrale posticipata.

 »  COLLEGAMENTI ESTERNI AL SITO


ATTENZIONE: per i collegamenti a siti esterni si consiglia di visualizzare le informazioni in una nuova finestra.

 »  UFFICIO DI COMPETENZA: Servizi Sociali

  • Settore: Educativo e Socioculturale
  •  
  • Orari:
  • Martedi: 09.00 - 12.00
  • Mercoledi: 09.00 - 12.00
  • Giovedi: 16.30 - 18.30
  •  
  • Incaricati:
  • Sig.ra Emanuela Ronchi (Responsabile area)
  • Elisabetta Negri (Assistente sociale)
  • Paola Altomonte (Educatrice)
  •  
  • Telefono: +39 039 62 08 3203 / 219
  • Email: servizisociali@comune.bellusco.mb.it
  •  •  Contatta Servizi Sociali

Data ultima modifica: 19/10/2017 - Data di oggi: 24/10/2017