Logo del comune Immagine della sezione corrente

Piazza F.lli Kennedy 1 - 20882 Bellusco (MB) - Tel. +39 039 62 08 31 - Fax +39 039 60 20 148 - PEC comune.bellusco@pec.regione.lombardia.it

RICERCA NEL SITO


Divisore grafico di sezione








  • SEGNALAMI BELLUSCO
  • Logo iniziativa
  • Portale internet che permette al cittadino di segnalare in modo facile al Comune i problemi riscontrati sul territorio. Il portale è utilizzabile con Chrome, Firefox, IE9, Safari.
  •  •  Vai al sito Ocyo (15/11/2012)
  • ATTENZIONE: per i collegamenti a siti esterni si consiglia di visualizzare le informazioni in una nuova finestra.


  • SITO ACCESSIBILE
  • Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica
di accessibilità - Icone XHTML, CSS e WAI-AAA
  • Questo sito è conforme agli standard di accessibilità vigenti.

 »  Primi abitanti di Bellusco

Bellusco fa il suo ingresso nella storia nel IX sec., epoca a cui risalgono i primi documenti provenienti dall'Archivio Capitolare di Bergamo e raccolti da Mario Lupi nel 'Codex diplomaticus civitatis et ecelesiae Bergomatis'. Ma l'abitato esisteva sicuramente molto tempo prima, per cui viene spontaneo chiederci in quale epoca avvenne il primo insediamento e chi furono gli antichi abitatori del paese. E’ praticamente impossibile rispondere con certezza. Sappiamo che prima del V sec. a.C., il nostro territorio fu popolato dai Liguri, un antico popolo di razza mediterranea in possesso di una cultura povera e arretrata. Poi vi si stabilirono gli lnsubri, una delle numerose tribù in cui erano suddivisi i Celti. Provenienti dall'Europa centrale, questi barbari si sovrapposero alla preesistente cultura ligure, facendo di "Mediolanum" (Milano) il loro centro più importante. Abitavano in villaggi, si cibavano di carne, praticavano la razzia e il saccheggio. Introdussero nella Valle Padana il culto delle 'Matrone', dee della fertilità dei campi; di 'Espona', dea dei cavalli; di 'Beleno', divinità solare. Non sappiamo se Bellusco affonda le sue radici nell'epoca ligure-celtica né se vi fosse già allora un nucleo abitato, ma dati toponomastici e arcaici sembrano non escluderne la possibilità. Il suffisso -usco, secondo alcuni studiosi, sarebbe caratteristico della lingua ligure e serberebbe il ricordo di un primitivo insediamento di questo antico popolo mediterraneo. Più evidente appare la componente celtica se si accetta l'ipotesi della derivazione di Bellusco da 'Beleni lucus', la località sacra al dio Beleno. Tali congetture possono far pensare che Bellusco fosse già abitato prima del 222 a.C., anno che segna l'arrivo delle legioni ramane nella pianura padana. Era forse praticato il culto al dio Beleno, la cui importanza si conservò fino alla completa romanizzazione del territorio (III sec.d.C.) e si spense in seguito alla diffusione del Cristianesimo nelle nostre campagne.

Tratto da: BELLUSCO nella storia, nell’arte e nella fotografia - ANGELO ARLATI.

 »  UFFICIO DI COMPETENZA: Informazioni (Centralino)


Data ultima modifica: 17/01/2018 - Data di oggi: 18/01/2018